Intervista esclusiva di Porta a Porta con la figlia di Salvatore Ligresti dopo il caso giudiziario che l’ha coinvolta. Giulia Ligresti ha parlato principalmente della sua esperienza dietro le sbarre, “I giorni trascorsi in carcere sono stati un’esperienza durissima ma umanamente molto forte perché ho conosciuto persone meravigliose. Volontari. Personale. Le stesse detenute che mi hanno aiutato a superare momenti difficili” così la Ligresti.

Sul ministro Cancellieri sempre più nei guai per essersi interessata alla sua situazione: “Mi dispiace moltissimo, mi dispiace comunque per le persone che in qualche modo mi sono state vicine che hanno cercato di aiutarmi in un momento per me di grandissima difficoltà”. Poi le scuse agli azionisti, vittime dalla vicenda Fonsai“Mi dispiace molto per chi ha subito danni per questa storia. Anche noi eravamo azionisti della società e questo importante aumento di capitale ha danneggiato tutti”. (InfoPhoto)

Su suo padre Salvatore: “Mio padre era molto anziano e aveva perso la sua energia e uno degli errori è stato quello di non essere riusciti a traghettare la società in quel momento così difficile”.

Bruno Vespa ha chiesto anche a Ligresti se fosse vera la questione del suo tentativo di suicidio: “Non concretamente, ma vi assicuro che è una condizione davvero molto molto dura. In alcuni momenti ho pensato di non farcela e anche che non valesse la pena resistere”