”La galera non si augura mai a nessuno, ma un po’ di gogna certamente” queste le parole più ”morbide” che l’europarlamentare della Lega Mario Borghezio ospite di klauscondicio ha esternato per accusare la ministra dello Sport Josefa Idem sui recenti scandali che hanno interessato l’ex olimpionica.

Josefa Idem è al centro della polemica per aver fatto passare come palestra una casa per non pagare l’ICI e l’IMU, per presunti abusi edilizi e notizia di oggi riportata dal quotidiano La Stampa è accusata di “assunzione sospetta”, per aver percepito contributi previdenziali versati per lei dal Comune di Ravenna in un periodo in cui ha ricoperto l’incarico di assessore. Accusa lanciata da un avversario politico della Idem, Alvaro Ancisi, consigliere nazionale dell’Udc e capogruppo della lista civica locale. Secondo l’esponente politico, la Idem in quei dieci mesi figurava come ”prima e unica” dipendente dell’associazione Kajak. Club presieduto da Guglielmo Guerrini, marito della ministra. (foto by InfoPhoto)

Ritornando a Borghezio e alle sue frasi ha aggiunto davanti a Klaus Davi: “Io non ce l’ho con la signora Kyenge, ce l’ho invece contro questa ministra Idem. Forse le vere puttane non sono quelle che esercitano la professione, sono quelle piene di ipocrisia, politicamente parlando, che dicono una cosa e ne fanno un’altra. Forse le vere puttane sono certi personaggi, donne ma anche uomini, che prostituiscono la funzione di servizio che chi ha uno stipendio pubblico dovrebbe sentire di avere nei confronti dell’azienda che li paga, dell’istituzione che gli da anche degli onori e dei piccoli privilegi o dei grandi privilegi”, continuando: “Siamo di fronte a un personaggio che è stato testimonial del nostro Ministero delle Finanze, della campagna per gli adempimenti fiscali e la prima a non adempiere è proprio la signora Idem”.

Lo sdegno contro Borghezio è stato unanime e la solidarietà alla ministra è arrivata da ogni parte politica. Su Twitter  il ministro dell’Integrazione Kyenge esprime solidarietà alla ministra Idem e definisce inaccettabili le parole dell’esponente leghista. La parlamentare del Pdl ed ex ministra Mara Carfagna attacca anche lei su Twitter: “Gli insulti di Mario Borghezio a Josefa Idem sono irricevibili. La senatrice del Pd Anna Finocchiaro: “È intollerabile che in questo Paese non sia possibile evitare di rivolgere critiche ad una donna senza accompagnarle con epiteti volgari, discriminatori, sessisti. So bene che non è un caso, specie se le parole vengono da soggetti come Borghezio”.