Non ci sono buone notizie per Ilona Staller, in arte Cicciolina, visto che il suo conto in banca sarebbe stato congelato dall’Agenzia delle Entrate a seguito di un contenzioso di circa 100mila euro. La donna ha fatto sapere di essere pronta a sporgere denuncia mentre il suo avvocato ha parlato di un provvedimento “anticostituzionale”. Insomma è guerra aperta tra Cicciolina – che non intende rinunciare al suo vitalizio da ex deputata – e il Fisco che, invece, pretende il pagamento di circa 100mila euro.

Queste le parole dell‘avvocato di Ilona Staller, in arte Cicciolina:

Il vitalizio non può essere pignorato o sequestrato per intero, come invece ha fatto l’Agenzia delle Entrate, ci sono dei limiti di legge. Quindi quanto le è stato congelato va restituito, tranne per un quinto. E c’è anche una gravissima responsabilità dell’amministrazione parlamentare e della banca, che hanno permesso questo orrore anticostituzionale.

Cicciolina non intende accettare questa decisione del Fisco e per tutte queste ragioni sarebbe pronta a fare causa con una richiesta di risarcimento “milionaria per i danni subiti poiché è stata privata dei mezzi di sussistenza”. Ovvero del vitalizio da ex deputata.

Non resta che attendere quali saranno i risvolti di questa vicenda: da una parte l’Agenzia delle Entrate che pretende di risolvere il contenzioso, dall’altra Cicciolina che promette battaglia.