241 piantine di marijuana, seimila semi (acquistati su Internet dove sono in libera vendita) e 720 grammi di foglie già essiccate e pronte per essere vendute.

Una vera e propria serra insomma all’interno di un’appartamento di un palazzone popolare in via Giambellino (poco distante da piazza Tirana) destinata esclusivamente a ospitare la piantagione.

Il proprietario dell’ingente quantitativo di “erba” è un 34enne Damon L., arrestato ieri dagli agenti del commissariato Lorenteggio di Milano.

L’uomo aveva dovuto lasciare l’impiego di magazziniere per occuparsi del figlio malato di leucemia, poi non è più riuscito a trovare lavoro e ha iniziato a coltivare marijuana (foto by InfoPhoto).

Sono stati sequestrati manuali per la coltivazione, le apposite lampade fluorescenti (che comportavano 800 euro a bimestre di spesa elettrica) per far crescere rapidamente le piante, i filtri con carbone attivo e un complesso sistema di aerazione che però non è bastato a depistare gli investigatori del commissariato di zona.