Ennesimo allarme della Corea del nord, riferito dall’agenzia ufficiale Kcna, agli stranieri che si trovano nella Corea del Sud: “abbandonate il paese”.

Il tutto avviene dopo che Pyongyang aveva fatto evacuare i suoi lavoratori dalla zona industriale del Kaesong, unico punto di incontro tra le due coree, e che nella giornata di ieri aveva diffuso un video con un cane che attaccava un manichino raffigurante il ministro della Difesa sudcoreano, Kim Kwan-Jin.

Intanto per precauzione, dato il clima che si respira nella zona, il ministero della Difesa del Giappone ha ordinato la disposizione delle batterie anti-missile Patriot Advanced Capability-3 (Pac3) nel quartier generale di Ichigaya, nel centro di Tokyo, e in altri siti.

Kim Jong-un nonostante sia praticamente isolato da parte della comunità internazionale, non vuole ascoltare i consigli che gli vengono da gran parte degli attori coinvolti, Cina compresa, e sembra sempre più intenzionato, per il 10 aprile secondo Seul, ad effettuare altri lanci balistici. Il dittatore nordcoreano vuole ritagliarsi un ruolo di primo piano nel panorama internazionale, attraverso questi continui segnali di una tensione sempre più crescente con al Corea del Sud.