Fabrizio Corona parla dal carcere, tramite uno dei suoi legali, l’avvocato Ivano Chiesa che è andato a trovarlo a San Vittore dove si trova recluso da alcune ore. Un Corona “abbattuto”, che è tornato dietro le sbarre dopo la sospensione dell’affidamento terapeutico decisa dal giudice della Sorveglianza di Milano. L’ex re dei paparazzi ha capito che d’ora in poi non potrà lasciarsi andare a “eccessi e comportamenti sopra le righe”. Insomma sembra essere quasi un pentimento, un Corona consapevole di aver sbagliato e pronto a pagare.

Corona avrebbe spiegato che le violazioni delle prescrizione – che gli vengono contestate dal giudice – sarebbero tutte legale al “suo lavoro”: “Non ho commesso alcun reato”. Il suo difensore, però, in un colloquio in carcere gli avrebbe spiegato che è finito il tempo degli eccessi nei comportamenti. “Le regole vanno rispettate, altrimenti si passa dalla parte del torto, deve capire che è così che funziona” ha spiegato l’avvocato che, dunque, ha provato a far ragionare l’ex agente fotografico.

Il giudice, nel provvedimento che ha portato Corona in galera, parla di “insofferenza” alle regole: l’ex re dei paparazzi non avrebbe tenuto un comportamento esemplare fuori dal carcere.

Intanto a sostenerlo ci ha pensato l’ex moglie Nina Moric attraverso una storia su Instagram.