Milano il centro della protesta. Centinaia di studenti sono scesi in piazza per protestare contro i tagli alla scuola pubblica. Un blitz in Regione e diversi scontri con la polizia, con tanto di fontana di fronte a piazza Castello colorata di rosso al grido di “Rosso Castello”. Al fianco, uno striscione con scritto: “Il dissanguamento della scuola pubblica”.

Come se non bastasse, dopo aver sfilato per le vie del centro gli studenti si sono recati in Regione interrompendo i lavori del Consiglio e protestando “contro i soldi alle scuole private e i tagli alla scuola pubblica”. Fuori dal palazzo della Regione, alcuni studenti sono venuti a contatto con la Polizia. Sarebbero circa 500 i partecipanti alla manifestazione, tra i quali numerosi militanti dell’area antagonista e dei centri sociali.

Il gruppo più corposo e compatto, composto da circa 200-300 studenti, è venuto a contatto con la polizia in piazza Duca D’Aosta. Lanciate delle bottiglie di vetro, diversi agenti imbrattati con la vernice.

Sciopero scuola 24 novembre: i sindacati rinunciano, la Cgil no

Scontri Roma sciopero 14 novembre 2012: esplode la rabbia tra polizia e manifestanti