Disoccupazione in Italia ad Aprile si mantiene stabile allo 10,2% con 5000 disoccupati in più rispetto al mese precedente ma con 200mila occupati in più rispetto allo stesso periodo del 2018. Il tasso di disoccupazione ad aprile è rimasto stabile rispetto a marzo al 10,2% mentre è diminuito di 0,7 punti rispetto ad aprile 2018.

La situazione dell’Italia a livello europeo rimane comunque critica, il nostro Paese è terzultimo in classifica Eurostar: peggio di noi solo la Grecia (18,5% di disoccupazione a febbraio) e Spagna (13,8%).

Dopo il consistente aumento di occupazione registrato a marzo, spiega l’Istat, ad aprile 2019 la stima degli occupati risulta sostanzialmente stabile rispetto al mese precedente; anche il tasso di occupazione rimane invariato al 58,8%. La bilancia questo mese vede la perdita di un contratto per 52mila 15-34 e il reinserimento nel mondo del lavoro per gli ultracinquantenni (+46 mila assunzioni). Il tasso di disoccupazione dei giovani è di 12 punti inferiore al massimo raggiunto nel 2014 e 12 punti superiore al minimo registrato nel 2007.

Il tasso di inattività e’ invariato a 34,3% per il terzo mese consecutivo. Le persone in cerca di occupazione sono in lieve aumento il che fa ben sperare per i prossimi mesi.