All’Isola d’Elba una violenta esplosione di una palazzina provoca un morto e diversi feriti. La deflagrazione, provocata probabilmente da una fuga di gas, ha causato il crollo dell’edificio ed è avvenuto alla prime ore dell’alba. All’appello manca ancora la moglie, una donna di 76 anni. Sono state invece estratte vive altre tre persone.

La deflagrazione è avvenuta nel comune di Portoferraio sull’Isola d’Elba, i vigili del fuoco hanno tirato fuori dalle macerie tre superstiti e il corpo di un uomo di 68 anni. L’uomo ucciso dal crollo e la moglie ancora dispersa risultano residenti a Livorno, ma raggiungevano spesso l’appartamento nell’isola, in via De Nicola a Portoferraio, come spiegano i carabinieri.

Tra le persone estratte vive una famiglia di due genitori e una donna di 46 anni, quest’ultima è stata trasferita, con il padre 76enne, all’ospedale di Cisanello a Pisa: i due hanno ustioni rispettivamente sul 50% e sul 90% del corpo. Sul luogo del crollo è arrivato anche il sindaco di Portoferraio, Angelo Zini. I vigili del fuoco stanno procedendo con molta cautela perché c’è il rischio di nuove esplosioni. I Vigili del Fuoco, che stanno ancora operando sul posto con cinofili e squadre Usar specializzate nella ricerca tra le macerie.

Isola d’Elba, esplode una palazzina: video dei soccorsi