Entro sei mesi l’Italia promulgherà la legge sull’omofobia ed entro un anno quella sulle unioni civili fra persone dello stesso sesso. Parola di Pier Luigi Bersani (foto by InhoPhoto) durante l’apertura della Convention organizzata sabato a Roma da Agedo, Arcigay, Arcilesbica, Equality Italia, Famiglie Arcobaleno. Il leader del PD ha risposto così alle questioni poste dalle associazioni, impegnandosi a estendere, in 180 giorni, la Legge Mancino anche ai reati di omofobia e di transfobia.

Necessaria anche una regolamentazione del divorzio breve e una profonda revisione della legge 40 sulla procreazione assistita. “La legge tedesca sulle unioni omosessuali verrà tradotta nella legislazione italiana – ha detto Bersani - compreso il nodo del riconoscimento del diritto del bambino che cresce all’interno di un nucleo familiare omogenitoriale a vedere riconosciuto dalla legge il legame affettivo con il genitore non biologico, soprattutto nei casi di malattia o morte del genitore biologico”.

In serata, in un teatro di Brindisi, il leader del PD ha toccato tutti i punti cardine del suo programma: “Lo voglio dire agli osservatori politici: le altre coalizioni elettorali non resteranno in vita una settimana, resterà solo la nostra”. Bersani ha poi chiesto ironicamente al pubblico: “Avete visto delle foto di gruppo con Fini, Casini e Monti? Foto di gruppo con Maroni, Storace e gli altri? Io invece l’ho fatta la foto con Nencini, Vendola e Tabacci. Perchè noi siamo gente seria e abbiamo fatto un accordo firmandolo davanti a tre milioni e duecentomila notai, gli elettori delle primarie. Saremo leali sulle cose che abbiamo detto e che abbiamo fatto”.