Il segretario del Pd, Pierluigi Bersani, intervistato da Tm News, ha parlato dell’alleanza post elettorale con la coalizione di Monti, che appare sempre più necessaria per ottenere la maggioranza anche al Senato, e di cui nei giorni scorsi entrambi i protagonisti hanno parlato, sebbene si siano successivamente affrettati a ristabilire le distanze.

Bersani ne ha anche per Silvio Berlusconi, ovviamente. Il Cavaliere questa mattina, intervistato da Rai Web Radio, ha dichiarato che, in caso di vittoria del centrodestra: “Nel primo Consiglio dei ministri verrà votato un provvedimento che detasserà l’assunzione di collaboratori. Se ogni impresa assumesse anche un solo giovane avremmo 4 milioni nuovi posti di lavoro”. Più avanti nella giornata Berlusconi ha poi corretto il tiro. Parlando a Roma ad una manifestazione del Pdl, ha detto che si trattava di un’ipotesi, non di una promessa: “Un tentativo per verificare se gli imprenditori che hanno aziende che funzionano assumono avendo dei vantaggi”.

Bersani, ai microfoni di Tm News, ha comunque posto l’accento sulle promesse berlusconiane: “Noi aspettiamo ancora il primo milione che promise tanti anni fa. Io registro solo che negli ultimi tempi abbiamo perso settecentomila posti di lavoro”.

Qui sotto, due filmati dell’intervista al candidato presidente del centrosinistra.