Tre fanatiche irrompono a seno nudo nel seggio in cui vota Silvio Berlusconi, a Milano, nella scuola Dante Alighieri di via Scrosati. Scritte sul petto, urli isterici: possono solo essere le Femen. Questo gruppo di militanti a base ucraina ha ormai una precisa strategia dell’irrompere sistematicamente nelle occasioni pubbliche dove massima è l’attenzione dei media, in ogni parte dell’Europa. Oggi è toccato all’Italia. Appena arrivato l’ex presidente del Consiglio, è cominciata la recita. Urlavano a squarciagola “Basta Berlusconi!”; agenti che le tenevano a stento, bambini piccoli in braccio alle madri che urlavano di terrore; parecchi minuti prima che le forze dell’ordine potessero neutralizzarle, arrestarle e portarle in questura. Due sono dell’est europeo, una è francese (foto by InfoPhoto, alcune delle Femen durante una protesta a Berlino).

Berlusconi ha commentato: “Sono esagerazioni. Chi ragiona con intelligenza e con il cervello non può votare che in una direzione e si comporta conseguentemente. Poi ci sono tutte le situazioni fuori dalla ragione che esistono e non possiamo farci niente”. Qui sotto il filmato dell’irruzione al seggio.

Guida al voto: tutte le informazioni utili

I programmi elettorali