Centrodestra conquista L’Umbria con la leghista Donatella Tesei: sconfitta la coalizione Pd-M5S che rappresentava in chiave locale l’alleanza di governo. A Donatella Tesei manca solo l’ufficialità per essere proclamata presidente della Regione Umbria ma ormai i numeri non possono essere sovvertii e la vittoria del centrodestra è totale con il candidato di M5S e Pd che ha già telefonato all’avversaria per complimentarsi del risultato elettorale.

Scrutinate tutte e 1005 le sezioni umbre, la candidata di centrodestra Donatella Tesei vince le Regionali con il 57,55%, mentre il candidato sostenuto da Pd e M5S Vincenzo Bianconi ottiene il 37,48%. L’Umbria si colora di blu e ha, come nuovo presidente Donatella Tesei ma anche nel centrodestra si continua a registrare un continuo calo di Forza Italia che scende sotto il 5% e una crescita di Fratelli d’Italia quasi al 10%, la parte del leone è quella della Lega di Matteo Salvini al 37%.

L’esponente della Lega, sostenuta anche da Forza Italia e Fratelli d’Italia, è saldamente in vantaggio al 57,4% con un vantaggio (ormai incolmabile) di 20 punti su Vincenzo Bianconi, sostenuto da centrosinistra e M5S, fermo al 37,5%.

Matteo Salvini ha commentato la vittoria dicendo: “Gli umbri hanno dimostrato che gli italiani hanno voglia di votare, il lavoro duro paga sempre. Oggi abbiamo scritto una pagina di storia importante.”

Giorgia Meloni chiede ora di mandare a casa il governo Conte 2. 

Berlusconi dice: “Dall’Umbria dopo mezzo secolo una svolta storica: anche nelle tradizionali Regioni rosse il centro-destra unito rappresenta l’ampia maggioranza degli elettori. La nostra alleanza è il futuro dell’Italia e ha il diritto-dovere di governare il Paese”

Nicola Zingaretti registra la sconfitta netta del Pd scrivendo in una nota: “La sconfitta è netta e conferma una tendenza negativa del centrosinistra consolidata in questi anni in molti grandi Comuni umbri che non si è riusciti a ribaltare. Il risultato intorno a Bianconi conferma, malgrado scissioni e disimpegni, il consenso delle forze che hanno dato vita all’alleanza”.

Su Facebook il Movimento 5 Stelle scrive: “Dalla formazione del primo esecutivo ci è stato subito chiaro che stare al Governo con un’altra forza politica – che sia la Lega o che sia il Pd – sacrifica il consenso del Movimento 5 Stelle. Ma noi non siamo nati per inseguire il consenso, bensì per portare a casa i risultati, come il carcere per gli evasori di questa settimana e il taglio dei parlamentari della settimana precedente”

L’elezione regionale in Umbria è sicuramente uno scossone per il governo.