AGGIORNAMENTO - I funerali si terranno il 6 marzo alle 15.30 nella Cattedrale di Acireale.

È stato un sub privato a ritrovare il corpo di Enrico Cordella, il ragazzo disperso in mare da otto giorno dopo essere stato travolto da un’onda a Santa Maria La Scala (Acireale) mentre si trovava in compagnia della fidanzata Margherita e dell’amico Lorenzo. Erano a bordo di una Fiat Panda verde quando il mare li ha risucchiati. Per loro non c’è stato niente da fare, i pescatori della zona avrebbero voluto aiutarli ma ormai era troppo tardi. Il mare era in tempesta.

Nelle ore successive il ritrovamento dei corpi di Margherita e Lorenzo mentre quello di Enrico non era stato rinvenuto nonostante gli sforzi dei soccorritori. La madre Antonella è rimasta sul molo ad aspettare che il figlio venisse ritrovato dai sommozzatori dei vigili del fuoco. Ma per giorni nessuna notizia.

Alla fine ieri sera sono stati un gruppetto di sub privati a trovare la salma della giovane vittima. Immediata la segnalazione ai vigili del fuoco che qualche ora dopo hanno recuperato la salma di Enrico a Santa Maria La Scala (Acireale).

Finalmente mamma Antonella ha potuto riabbracciare Enrico, dargli un ultimo saluto, l’ultimo bacio. I suoi familiari potranno dargli una degna sepoltura.