Ancora guai per Fabrizio Corona che pochi minuti fa è tornato in carcere. Il motivo? Avrebbe violato le regole relative all’affidamento in prova. A deciderlo è stato il magistrato del Tribunale di Sorveglianza che, di fatto, ha sospeso l’affidamento terapeutico. Già a fine febbraio lo stesso giudice aveva emesso una diffida nei confronti dell’ex re dei paparazzi stabilendo che fino al 30 marzo non avrebbe potuto lasciare la Lombardia per recarsi nelle trasmissioni tv. Una prescrizione, però, che Corona avrebbe trasgredito, stando alle prime informazioni trapelate.

Fabrizio Corona spesso in tv

In tv Corona, nelle ultime settimane, è sempre apparso in collegamento come ieri sera a “Non è l’Arena” per parlare della morte della supertestimone del caso Ruby morta in circostanza misteriose. Poco tempo prima aveva preso parte a “Live #nonèladurso” dove aveva affrontato gli ospiti in studio in collegamento da casa.

Fabrizio Corona si è recato nel boschetto della droga

Nei mesi scorsi, tra l’altro, l’Avvocato generale Nunzia Gatto per la Procura generale aveva presentato alla Sorveglianza una istanza di revoca della misura alternativa al carcere. A infastidire il pg sarebbe stata anche l’iniziativa di Corona di recarsi al “boschetto della droga” di Rogoredo per realizzare un servizio tv, per fare “l’agente provocatore” che fingeva di acquistare stupefacenti.