Il governo annuncia l’introduzione della carta bimbi per le famiglie: 400 euro al mese per pagare gli asili così la retta verrà azzerata nei bassi redditi. La manovra finanziaria prevede alcuni incentivi per le famiglie con un fondo da 2 miliardi nel prossimo triennio. Dal 2020 le risorse degli attuali bonus (nascita, bebè, voucher asili nido) saranno riordinate in un unico fondo che avrà una dote aggiuntiva di 500 milioni.

Sarà un’apposita “carta bimbi” da 400 euro al mese a permettere alle famiglie di coprire le rette per gli asili nido o azzerarle per i nuclei a basso reddito.

Confermato anche il bonus cultura per i diciottenni, in scadenza a fine 2019. Il governo è intenzionato a rinnovarlo, ma l’investimento dovrebbe calare da 240 milioni a 160 milioni con un dimezzamento dell’incentivo dei 500 euro.

Il governo ha annunciato una rivalutazione delle pensioni per gli assegni tra i 1500 e i 2000 euro lordi. In arrivo anche tre fondi distinti dedicate alle persone con disabilità per la tutela del diritto al lavoro, per il trasporto delle persone con disabilità e per i caregiver che praticano assistenza a queste persone.

Tra le tante tasse presenti sulla manovra sono state confermate quella sulla plastica, sulle sigarette (anche elettroniche) e la sugar tax (sulle bibite gasate ma non sulle merendine).