È giallo sul ritrovamento dei cadaveri di due fratelli belgi di 20 e 27 anni morti in una camera d’albergo a Firenze: si sospetta cocktail di droghe e alcool. I genitori dei ragazzi hanno trovato i  corpi riversi sul letto, con accanto bottiglie di vino vuote e tracce di stupefacenti: probabilmente è stato un mix di alcol e droga ad uccidere Dries e Robbe De Ceuster, due fratelli belgi di 27 e 20 anni trovati morti nel pomeriggio in una camera di un hotel a quattro stelle in piazza Santa Maria Novella a Firenze.

I due giovani erano a Firenze in vacanza con il padre e la compagna dell’uomo, i due infatti erano fratelli solo da parte di padre e figli di due donne di precedenti relazioni del padre.

A denunciare il ritrovamento è stato al padre che agli investigatori ha raccontato di aver raggiunto i figli in camera preoccupato per un loro ritardo. C’era andato già una prima volta in mattinata, verso le 11:30: agli investigatori ha raccontato di averli trovati addormentati. Non vedendoli però scendere, l’uomo è tornato una seconda volta in camera e ha scoperto che i ragazzi erano entrambi morti.

Allertato il 118 non si è che potuto procedere alla constatazione del decesso e alla disposizione, da parte del magistrato competente, dell’autopsia per chiarire le cause della morte. È stata aperta un’indagine affidata alla Polizia di Stato che dovrà capire come sono andate effettivamente le cose.