Flapper è un brand made in Italy di turbanti, fasce, corone e cappelli di Genevieve Xhaet, che dopo aver maturato diverse esperienze su importanti brand della moda, come Jil Sander, Malo, Cruciani e Hlam, ha deciso di dedicarsi a tempo pieno alla propria collezione, aperta nel 2013, che propone un’ampia gamma di copricapi per la prossima Primavera/Estate.

Si tratta di una linea di accessori che prende il nome dalle storiche “Flapper Girls”, le giovani donne simbolo dell’emancipazione femminile. Le Flapper, furono infatti il simbolo della prima rivoluzione sociale proto-femminista.

Dedicata quindi a donne irriverenti, spesso lunatiche e dal talento raffinato, questa nuova serie Primavera/Estate 2015 si ispira alla bellezza sofisticata di Bibi, Coco e Florette, mogli del famoso pittore e fotografo Jacques Henri Lartigue, collocate all’interno del panorama artistico borghese della Costa Azzurra degli anni ‘30.

I cappelli, sono in lino con dettagli in pizzo o rafia, oppure in tessuti lavorati con filati lurex, mentre le fasce hanno forme e volumi molto originali e vengono proposte nei colori pastello da abbinare a pochette similari o ai caftani per la spiaggia, ideali sia di giorno che di sera, in un tessuto anti acqua oppure in materiali ancora più elaborati.

Il gros grain, tinto in filo, è il comune denominatore delle collezioni. Tutti i tessuti provengono dalle valli biellesi, centro di eccellenza per la lana, il cachemire, il feltro e i tessuti tecnici (nylon, plastiche trasparenti accoppiate). Ma anche luogo di piccole realtà dove l’antica tecnica della tessitura si orienta al nuovo e diventa la base per la creazione di particolari lavorazioni.

Foto: Ufficio Stampa