Il Sindaco di Firenze, Matteo Renzi, si candida ufficialmente per la guida del Partito Democratico e per diventare il leader del nuovo Governo che dovrà guidare l’Italia: “Il governo con il Pdl è un dato di fatto”. E intanto c’è chi lo candida a Premier.

Lunedì sera, ospite di Otto e Mezzo, Matteo Renzi non ha usato mezze misure: “Mi candido a cambiare il paese, ma non da segretario di un Pd vecchio stile – ha precisato – non credo di essere particolarmente portato per fare il segretario del Pd che abbiamo visto in questi anni e in questi ultimi mesi. Così certamente no”. Il partito ha sicuramente toccato il fondo, ma Renzi pensa possa ripartire. Con lui premier? “Ci vuole ambizione, meglio esserlo piuttosto che essere un bamboccione”, ha risposto Renzi.

I suoi estimatori sono tanti. Su tutti Matteo Orfini, leader dei giovani turchi favorevole ad una collaborazione Pd-Pdl: “In direzione proporrò Renzi premier, dobbiamo giocare d’attacco – ha detto il deputato Pd a Piazza Pulita su La 7 - parlo a titolo personale perché sono dimissionario dalla segreteria”. Renzi, intanto, apre sconsolato alla coalizione con il Pdl: “Non è che lo propongo io, è un dato di fatto – precisa – dopo le elezioni c’erano due alternative: o si andava subito a votare, appurato che non c’era una maggioranza, o si faceva un accordo con Grillo o il Pdl”.