È senza dubbio una delle migliori pizzerie al mondo quella di Gino Sorbillo, che sorge nel cuore di Napoli (Via Tribunali) e che stanotte è stata distrutta da una bomba come annunciato dallo stesso titolare su Facebook:

Dopo l’incendio di 5 anni fa adesso arrivano anche le bombe. Mi scuso con tutta la Napoli “buona”, con l’Italia “buona” e con tutte le persone che vivono onestamente perché certi avvenimenti così forti ed eclatanti fanno cadere le braccia e demoralizzano la società. Sono stato all’Arma dei Carabinieri ed ho scelto di fare il pizzaiolo perché amo troppo la mia città e la amerò per sempre. La Napoli “sana” è sempre nel mio cuore.

E ancora:

Il 17 gennaio in tutte le pizzerie della città ci saranno i festeggiamenti per la Giornata del Pizzaiolo in onore del santo protettore del pizzaiolo: centinaia di pizzerie serviranno una pizza speciale ai propri clienti e sarà questa per me l’occasione per ricordare a tutti i pizzaioli della città che dobbiamo essere sempre uniti. Andiamo avanti.

In un altro post Gino Sorbillo – che sta ricevendo tantissimi messaggi di solidarietà – ha scritto:

Mi scuso con tutte le persone che sono rimaste scosse da quest’ennesima cattiva notizia. A Napoli e dintorni esistono persone straordinarie e positive che vivono veramente con tanto tanto amore verso gli altri.