Orrore a Palermo dove un uomo è stato ucciso a coltellate prima dalla moglie e poi dai due figli, Mario e Vittorio, rispettivamente di 20 e 21 anni. La donna, subito dopo l’omicidio, ha chiamato i soccorsi confessando di aver assassinato il marito mentre dormiva: la vittima è un 45enne. Poco dopo anche i figli sono stati messo sotto accusa e poi arrestati, sempre per omicidio.

Alla base del gesto ci sarebbero stati i continui litigi tra marito e moglie. Queste le parole del capo della Squadra Mobile di Palermo:

Ci siamo subito resi conto, dopo i sopralluoghi della scientifica e dei miei uomini, che a partecipare all’omicidio erano state più persone. L’uomo è stato ucciso da alcune coltellate inferte prima dalla moglie e poi dai figli. I coltelli utilizzati, che abbiamo sequestrati sono uno da cucina, molto grosso utilizzato dalla moglie, mentre i due ragazzi hanno utilizzato due coltelli da macelleria, in quanto in passato hanno lavorato in esercizi di questo tipo.

Al momento dell’omicidio non erano presenti gli altri due figli, quelli più piccoli, che si trovavano dai parenti. Al 118 la donna aveva detto:

Venite subito… ho colpito con diverse coltellate mio marito mentre dormiva, accanto a me c’è mio figlio, è tutto insanguinato…