Si chiamava Giuseppe, il 27enne ucciso con quattro colpi di pistola alla testa e trovato morto nel suo appartamento di Castel del Bosco, frazione del comune di Montopoli Valdarno, nel Pisano. Gli inquirenti stanno cercando di capire la dinamica dei fatti, quale possa essere stato il movente alla base del tragico gesto. Un omicidio che risalirebbe alla sera di venerdì 9 novembre e che è stato scoperto solo grazie al ritrovamento del corpo riposto sul divano del salotto della casa della vittima.

Non si trova l’arma del delitto, probabilmente una pistola con la quale il giovane è stato ucciso: quattro i colpi che per lui sono stati fatali. Tra l’altro la sua casa sembrerebbe essere in ordine, non ci sarebbero segni di effrazione. Il giovane conosceva il suo assassino? E perché è stato ucciso? A scoprire il cadavere sono stati alcuni amici che da qualche giorno non riuscivano a mettersi in contatto con lui. Così hanno dato l’allarme.

Gli inquirenti, adesso, stanno acquisendo le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona per capire chi ha fatto irruzione in quella casa e, dunque, per risalire al colpevole di questo omicidio. Analisi anche sul telefono e sul computer della vittima per ricostruire le sue ultime ore di vita.