Si è celebrata ieri, 5 maggio, la Giornata Mondiale della Risata o World Laughter Day. Istituita nel 1998 da Madan Kataria, fondatore del movimento internazionale dello Yoga della risata, la celebrazione è intesa come una manifestazione per la pace nel mondo, e ha lo scopo di costruire una coscienza globale di fratellanza e amicizia attraverso la risata. La prima Giornata è stata celebrata l’11 gennaio 1998, a Mumbai, India. Secondo Kataria, organizzatore dell’evento, la risata è un’emozione positiva e potente, che contiene tutti gli ingredienti necessari perché gli individui possano avere il controllo di se stessi e perché possano cambiare il mondo con una sorta di effetto domino. Il Movimento dei Club dello Yoga della risata, che ebbe inizio nel 1995, si è oggi diffuso in oltre 72 paesi, aiutando la gente a mantenersi in buona salute, in pace e in armonia.

Ma per meglio spiegare cos’è la Giornata Mondiale della risata riporto qui di seguito le parole usate dallo stesso Kataria: “Come possiamo portare la pace nel mondo attraverso il ridere? La formula è molto semplice: Quando tu ridi tu cambi e quando tu cambi l’intero mondo cambia. L’intero mondo è come una famiglia estesa, uniamoci con l’amore e con le risate. Per favore ridiamo senza motivo solo per 1 minuto per la Pace nel Mondo e per inviare queste vibrazioni nell’Universo. Oggi abbiamo dimenticato che “dobbiamo” ridere e che c’è la necessità di farlo molto seriamente. La risata è un linguaggio universale che ha il potenziale di unire l’umanità. Ridere è una manifestazione della nostra spiritualità che può creare un collegamento comune tra le varie religioni e creare una nuova armonia mondiale. Ebbene si!! E’ la risata che può unire il mondo”. “Siamo circondati da un mare di negatività – continua il Dr. Madan Kataria nel messaggio per la Giornata 2013 –  violenze, disastri naturali, riscaldamento globale, cattiva economia e altre fonti di stress. Mantenere un atteggiamento mentale positivo è sempre più complicato. Di fronte a tali insicurezze e a elevati livelli di stress, non è facile mantenere il proprio stato di benessere. La depressione è il male più diffuso, mentre il diabete, l’ipertensione, i disturbi cardiaci e il cancro si stanno trasformando in una vera e propria pandemia. I governi di tutto il mondo fanno fatica a sostenere i costi della sanità. Ecco perché lo Yoga della Risata è la soluzione ideale, la più efficace ed economica per il benessere fisico, mentale, sociale e spirituale. Contribuisce a conservare salute e felicità. L’ONU ha già sostenuto la proposta del Bhutan di misurare l’Indice Lordo di Felicità al posto del PIL. Se le persone, in tutto il mondo, non sono felici e in salute, non possono avere pace dentro di sé. Così si diffondono scontento e ostilità nel mondo. La risata incondizionata ha il potere di cambiare la chimica interiore e di farci sentire bene dentro. Quando vi sentite bene dentro di voi, cambia il modo in cui guardate al mondo esterno. Il cambiamento interiore è la chiave per veder cambiare il mondo. Ridere è un’energia positiva. Mentre gli esercizi che stimolano la risata portano salute e benessere, lo spirito interiore della risata ci aiuta a comprendere il significato più profondo della vita. Imparando a vivere in modo sensibile attraverso i Club, possiamo portare la pace dentro di noi, e la pace interiore porterà pace a tutto il mondo.”

Lo Yoga della risata è un metodo unico, che sta diffondendosi rapidamente nel mondo, dove ognuno può ridere senza barzellette, umorismo o gags comiche: è un metodo rivoluzionario per ridere senza motivo, come pura forma di esercizio. La ragione per cui è chiamato Yoga delle risata è perché si combinano esercizi respiratori dello Yoga con esercizi di risata, ciò aumenta le riserve d’ossigeno nel corpo e nel cervello facendoci sentire più energici e in salute. Al fine di ottenere i benefici scientificamente provati della risata, bisogna ridere in maniera continuativa per almeno 10-15 minuti, e poiché nello Yoga della Risata si ride come esercizio, è possibile prolungarla quanto si desidera. D’altro canto la risata naturale non dura che pochi secondi, insufficienti ad apportare cambiamenti fisiologici e biochimici nel corpo. Per ottenere il massimo dei benefici, inoltre, la risata deve essere forte e fragorosa e provenire dal diaframma. Dovrebbe essere una risata di pancia.

La maggior parte dei benefici può essere raccolta in 5 macrocategorie:

SALUTE: lo Yoga della risata è un potente esercizio per l’apparato cardio-circolatorio: 10 minuti di risate di cuore equivalgono a 30 minuti di vogatore. Lo YdR è anche un potente antidoto contro la depressione, riduce i sintomi di allergie, asma e artriti, e dà un apprezzabile contributo nella cura del cancro. Inoltre ridere diminuisce gli effetti negativi dello stress, che è causa del 70-80 % di tutte le malattie.  VITA PERSONALE: lo stato dell’umore determina la qualità della nostra vita. Lo YdR ha il potere di cambiare il nostro umore rilasciando endorfine, l’ormone della felicità. VITA PROFESSIONALE: lo YdR è il metodo più veloce ed economico per ridurre lo stress sul posto di lavoro. Le nostre prestazioni dipendono dal livello della nostra energia, e un funzionamento ottimale del cervello ha bisogno del 25% in più di ossigeno, rispetto a qualsiasi altro organo del corpo. Lo Yoga della risata aumenta le riserve di ossigeno, sia nel cervello che nel resto del corpo, aiutandoci a lavorare meglio e con più efficienza. VITA SOCIALE: la qualità della vita e il senso di soddisfazione non dipendono da quanti soldi, potere, posizione sociale o successo abbiamo; dipendono soprattutto dal numero di buone relazioni che condividiamo e coltiviamo. Lo Yoga della risata è un’energia positiva che connette le persone e aiuta a fare amicizia facilmente. RIDERE PER SUPERARE LE SFIDE: nei tempi difficili che stiamo vivendo non è facile rimanere calmi e centrati. Lo Yoga della risata insegna come tenere alto lo spirito, aiutando a gestire ogni situazione senza perdere la concentrazione e la pazienza. Lo YdR promuove un’attitudine mentale positiva per entrare in contatto con le situazioni negative e ci aiuta a rapportarci con situazioni e persone difficili nella maniera migliore.

Niente di cui stupirsi, dal momento che le virtù della risata sono oggi scientificamente provate. Come sostiene la studiosa di bionergetica Vera Birkenbihl, con il modo di ridere si può esprimere addirittura seduzione o energia: basta modulare le vocali per evocare sensazioni diverse. “Le sonorità di una risata hanno un notevole valore simbolico e possono richiamare esperienze, storie o abitudini di una persona – spiega Carlo Lazzari, medico e psicologo, specializzato in counseling individuale a Londra – Trasmettono energia diversa se declinate in A, O, U”. Per scacciare l’apatia, mostrarsi passionali e travolgenti, quando si ride occorre riecheggiare la A; la risata enfatica ottimista e gioiosa, tipica di chi riesce a vedere sempre il lato positivo della vita, ha il suo accento in O; il sorriso in U, invece, è sinonimo di turbamento e di inquietudine, anche se denota consapevolezza di sé e determinazione, senza necessità di ostentazione.

Ma il desiderio di cambiare la risata in base allo stato d’animo non è che l’ultima delle teorie in proposito. Già da qualche anno l’università del Maryland sostiene che ridere fa bene a corpo e anima. Il professor Michael Miller, direttore del centro di Cardiologia Preventiva dell’ateneo americano, ha provato che sbellicarsi dalle risate per due ore davanti a un film comico ha lo stesso potenziale benefico di mezz’ora di ginnastica: provoca il rilascio di endorfine nel cervello che, oltre a generare un diffuso senso di benessere, migliora la circolazione e la respirazione, regolarizza pressione e battito cardiaco.

Corinne Cosseron, facendo tesoro di questo studio, ha fondato una decina di anni fa a Parigi la prima “Università della Risata” dove si imparano i segreti del buon vivere, grazie anche all’ausilio di collaboratori eccellenti, come lo psicanalista Boris Cyrulnik e la fumettista Marjane Satrapi. La scuola ha oggi una sede anche a Lione, dove si tengono workshop di “Hasya Yoga”, lo Yoga della risata appunto. Ad Harvard, infine, uno dei corsi più gettonati è quello di “Psicologia Positiva” di Tal Ben-Shahar. Il giovane professore insegna ad affrontare stress e ansia con creatività, empatia e senso dell’umorismo.

Insomma, ridere è importante per comunicare e stare meglio, con se stessi e con gli altri, è una manifestazione della nostra spiritualità, un linguaggio universale che ha il potenziale di unire l’umanità e costruire una coscienza globale di fratellanza e amicizia: “Ridere non conosce confini, non fa distinzioni di razza, credo religioso o colore, è un linguaggio universale che può unificare il mondo”.

E se anche Charlie Chaplin diceva che “Un giorno senza sorriso è un giorno perso”, ebbene, ricordiamoci di ridere!