Il figlio di Grillo indagato per stupro insieme ad alcuni amici: lʼaccusa arriva da una giovane modella che racconta che tutto si sarebbe svolto in Costa Smeralda nella villa del comico. Secondo quanto è trapelato pare che la violenza sessuale di gruppo sia avvenuta dopo una serata in un locale sulla Costa Smeralda tra una ragazza non ancora ventenne e quattro coetanei. Poi la denuncia di lei, una modella di origini scandinave, che al suo ritorno a Milano alle forze dell’ordine, una decina di giorni dopo, racconta di essere stata violentata. Sarebbero coinvolti nella vicenda il figlio di Beppe Grillo, Ciro, 18 anni, e altri tre amici genovesi.

La notizia è raccontata da La Stampa ma la dinamica dei fatti è ancora tutta da chiarire, se infatti si fosse trattato di stupro questo sarebbe avvenuto dopo una nottata di bagordi e alcool. I quattro giovani protagonisti, tutti provenienti dalla Genova bene, dicono che il rapporto era consenziente. I pm che indagano sul caso devono verificare se i giovani fossero alterati da droga e alcol da un lato e dall’altro quella delle superiorità fisica dei quattro contro la modella.

I giovani hanno negato di aver stuprato la giovane e i loro avvocati hanno messo in evidenza quali siano i punti deboli del racconto di lei, a cominciare dal ritardo della denuncia. Una storia, in effetti, che ha ancora molte ombre. Perché la ragazza non ha denunciato subito? Perché ha continuato la vacanza Interrogativi a cui il capo della procura Capasso con i suoi pm dovrà dare risposta e intanto assicura “Faremo presto, a garanzia degli indagati e della parte offesa”.a