Ha dell’incredibile quanto accaduto in Arkansas, negli Usa, dove un uomo di 65 anni è stato ucciso a colpi di pistola dalla moglie dopo che lo aveva scoperto più volte a guardare programmi porno.

L’uomo da poco aveva attivato un abbonamento a un canale a luci rosse: nell’ultimo periodo avrebbe trascorso molto tempo davanti alla tv. La moglie, che non è più riuscita a reggere la situazione, forse timorosa che il loro rapporto potesse andare in frantumi, gli ha sparato alle gambe e alla testa.

A riferire il folle gesto della donna è il New York Post che ricostruisce la dinamica dei fatti. Lui aveva 65 anni e si chiamava Frank; lei, invece, Patricia, 69 anni, apparentemente una persona tranquilla.

Lei lo aveva più volte minacciato

Stando ad alcune notizie trapelate, sembrerebbe che la donna (apparentemente tranquilla) avesse più volte minacciato il consorte, arrivando persino a disattivare l’abbonamento.

La moglie “ha perso la testa”

Quando la polizia è intervenuta a casa della coppia, non c’era più niente da fare. L’uomo era morto mentre la moglie, ora accusata di omicidio, ha spiegato di “aver perso la testa” parlando di un “affronto personale a lei e a Dio”.

Tutto a causa di un abbonamento a un canale porno.