L’arrivo del caldo ha portato al Nord Italia una vera e propria invasione di cimici asiatiche. Sciami di cimici marmorate stanno invadendo città e campagne e in alcune zone costringono le persone a barricarsi in casa. Coldiretti dice che la situazione è difficile in tutto il Nord dal Friuli al Veneto, dalla Lombardia all’Emilia Romagna fino in Piemonte. Le cimici innocue per l’uomo possono portare gravi danni all’agricoltura, che possono arrivare al miliardo di euro, dal momento che la lotta in campagna per ora può avvenire solo attraverso protezioni fisiche come le reti a difesa delle colture.

Gli insetti stanno creando non pochi problemi in tuttaIitalia, è di pochi giorni l’allarme delle cavallette in Sardegna, che secondo la Coldiretti a milioni stanno devastando le campagne tra Ottana, Iscras e Bolotana e in particolare modo Orani nel nuorese. Poi nuova allerta insetti sempre dall’associazione degli agricoltori: con il caldo e allarme per gli sciami di api che a Bologna hanno preso casa nel sottotetto della famosa biblioteca dell’Archiginnasio a pochi passi da Piazza Maggiore, nel pieno centro. Situazione risolta nella città con l’aiuto indispensabile dei Vigili del Fuoco, hanno provveduto a recuperare le api, collocandole in un’arnia.

Gli insetti si ribellano a causa dei cambiamenti climatici, Coldiretti spiega: “Siamo di fronte ai drammatici effetti dei cambiamenti climatici che si manifestano con una tendenza al surriscaldamento che si è accentuata negli ultima anni ma anche con il moltiplicarsi di eventi estremi, sfasamenti stagionali e precipitazioni brevi ed anche l’aumento dell’incidenza di infezioni fungine e dello sviluppo di insetti che colpiscono l’agricoltura”.