Sei rom o sinti? nel modulo per l’iscrizione a scuola compaiono caselle “etniche”. Il modulo per iscrivere i bambini alla scuola primaria di Fossò in provincia di Padova chiede per i nomadi di specificare l’etnia Sinti, Rom, nomade o camminante. Subito è scoppiata la polemica sostenuta da un’associazione vicina agli ambienti di Rifondazione comunista che accusa: “E’ un abuso, una discriminazione gravissima”. 

L’istituto scolastico si difende rispondendo che la scelta di inserire quelle caselle serve per favorire l’integrazione dei bambini e che non è assolutamente una scelta discriminatoria. L’associazione che difende le famiglie nomadi però respinge le motivazioni addotte dall’istituto e rileva che il modulo “va immediatamente ritirato perché va contro la Costituzione, la legge Mancino e le normative europee che vietano qualsiasi censimento”.

I legali sottolineano che il modulo è ampiamente discriminatorio infatti per chi possiede la cittadinanza italiana basta barrare una casella mentre per le altre bisogna specificare. Nel modulo poi sono richieste anche  le vaccinazioni effettuate ed altri dati personali.

La vicenda è rimbalzata in tutti i media locali poiché i genitori hanno deciso di denunciare la cosa pubblicando il modulo nei social. Il modulo è stato distribuito già qualche mese fa alle famiglie interessate alla domanda d’iscrizione ma solo ora è emersa questa problematica per il clamore che questa ha suscitata nell’opinione pubblica dei social.