Il presunto aggressore della ragazzina di 15 anni violentata a Jesolo lo scorso 23 agosto ha un nome e cognome. Ha 25 anni ed è stato fermato dalla polizia a conclusione delle certosine indagini condotte dalla Squadra Mobile di Venezia. Al momento dell’arresto l’uomo si trovava all’interno di una struttura ricettiva. Bloccato dagli agenti, è stato condotto nel carcere di Santa Maria Maggiore.

L’arresto è avvenuto quando l’uomo sarebbe entrato all’interno dell’albergo: lì, davanti a un ascensore, sarebbe stato ammanettato. dagli agenti. Stando alle prime notizie trapelate, lui non avrebbe fatto resistenza. 

Questo il commento del vicepremier e Ministro dell’Interno Matteo Salvini su Facebook:

E’ stato arrestato questa notte dalla polizia di Venezia (che ringrazio!) Mohamed Gueye, IMMIGRATO senegalese irregolare, accusato di avere STUPRATO a Jesolo una ragazza di 15 ANNI. Dopo diversi precedenti penali era già stato in passato condannato (inutilmente) a lasciare l’Italia, ma avendo avuto una bambina da una donna italiana (che brava persona…) questo verme NON può essere espulso. ROBA DA MATTI! [...] Con il Decreto Sicurezza se un clandestino stupra, ruba, uccide o spaccia, se ne torna a casa subito, senza se e senza ma.

Un fatto delicatissimo che vede il coinvolgimento di una ragazzina di appena 15 anni. Una giovanissima vittima.