L’eterno scontro fra il ministro Cécile Kyenge e il senatore della Lega Nord Roberto Calderoli si arricchisce di una pagina quantomeno originale. Il settimanale Oggi ha pubblicato un servizio realizzato nel villaggio natale del ministro, nella Repubblica democratica del Congo, sull’altopiano del Katanga. Il capo del villaggio è il padre del ministro, Clement, soprannominato Kikongo, che significa chioccia.

La tribù ha eseguito un rituale di preghiera: una donna mostrava una foto del senatore del Carroccio; la preghiera era per “liberarlo dalla malvagità”. Il religioso che ha celebrato la cerimonia ha detto: “Non siamo contro Calderoli, il fratello che ha insultato la nostra Kashetu (il nome di Cécile Kyenge nella lingua locale, ndr), ma contro lo spirito che lo ha spinto a ingiuriare. Signore, tu che puoi punire o perdonare, libera questo tuo figlio dalla malvagità dello spirito. Fai che riconosca il suo peccato e che porti il suo pentimento davanti a Cécile“.

Successivamente la deputata del Pd (foto by InfoPhoto), intervistata da La7, ha detto di non aver partecipato alla cerimonia, e ha confermato che nel servizio di Oggi appariva la foto di suo padre. Qui il video della cerimonia in Congo.