Sembra un film e, invece, è accaduto davvero in un paese nell’hinterland di Sassari dove i familiari di una donna di 80 anni si erano già rassegnati all’idea che presto sarebbe deceduta. Avevano già chiamato il parroco per celebrare il funerale e avrebbero persino acquistato la bara e il loculo. Insomma, era tutto pronto per salutare l’ultima volta l’80enne che, invece, ha spiazzato tutti. Altro che funerale, lei è ancora viva seppur in gravi condizioni. Adesso, infatti, si trova ricoverata nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Santissima Annunziata di Sassari.

Un incubo cominciato lunedì mattina quando la figlia ha trovato la madre nel bagno di casa, colpita da ictus e in uno stato di semi-incoscienza. Portata d’urgenza in ospedale, è stata ricoverata in terapia d’urgenza; dopo le sue condizioni di salute si sono aggravate sempre di più. A un certo punto i medici avrebbero detto loro che l’anziana “era morta cerebralmente” e che purtroppo “non c’era più niente da fare”. “Se volete potete firmare l’autorizzazione all’espianto degli organi” avrebbero persino suggerito.

Così, rientrati in paese, i familiari si sono dedicati ai preparativi per il funerale ma martedì mattina, rientrati in ospedale, hanno scoperto che la donna – seppur in gravi condizioni – è ancora viva.