Lei si chiama Simona Ibba, è un ingegnere di 38 anni che fino a pochissimo tempo fa faceva l’assessore ai servizi sociali di Sardara, in provincia del Sud Sardegna. All’improvviso ha deciso di lasciare la carriera politica per fare la suora di clausura, per chiudersi in un convento. A luglio, infatti, aveva rassegnato le dimissioni da assessore comunale per “motivazioni di carattere esclusivamente personale”, senza spiegare – almeno in un primo momento – cosa fosse accaduto nella sua vita. I suoi compagni di partito non sapevano nulla.

A dare questa comunicazione, stando a quanto scrive L’Unione Sarda, è stato il sacerdote del convento romagnolo di Pennabilli. Il parroco di Sardara, intanto, si è detto orgoglioso. Questo, invece, il commento del sindaco del paese Roberto Montisci:

La notizia è motivo di gioia per tutti e fa passare in secondo piano il dispiacere iniziale delle sue dimissioni. In questi anni, Simona si è distinta per le qualità umane e la bontà d’animo. Ha svolto attività sociale al fianco della gente, dei più deboli, e ora continuerà a farlo in un altro modo, ma sempre in coerenza con il suo percorso di vita che ha orientato l’attuale scelta e definisce il vero animo di una persona per me straordinaria.