L’ex presidente della Camera, Laura Boldrini, sarebbe stata aggredita verbalmente mente si trovava su un aereo che da Roma l’ha portata a Milano. L’autore del gesto sarebbe stato un uomo sulla sessantina che si è avvicinato alla Boldrini dicendole: “Prima gli italiani, vergogna”. Uno slogan che ricorda quello usato da Matteo Salvini, vicepremier e Ministro dell’Interno.

Laura Boldrini aggredita, ecco cosa è successo

Gli episodi sarebbero stati due: un primo, mentre si trovava al check-in, un secondo in aereo dove l’uomo avrebbe continuato con le urla (“Vergognati, prima gli italiani, prima gli italiani”). “L’ho invitato a prendere posto. A quel punto si è finalmente allontanato grazie anche alle proteste degli asisstenti di volo e delle persone che hanno assistito attoniti alla scena” ha spiegato il portavoce dell’ex presidente della Camera che si trovava con lei, in quell’aereo, anche se seduto in un’altra fila. “Adesso ci aspettiamo la solidarietà di Salvini. Mi aspetto le scuse da parte di chi lancia slogan come ‘Prima gli italiani’ e fa campagne social con le facce dei nemici da colpire [...] Il Ministro dell’Interno ha più paura di deludere i suoi o che a qualcuno venga fatto del male in nome dei suoi slogan?” ha fatto sapere la Boldrini.