Il ministro Fontana potrebbe diventare il nuovo ministro per gli affari Ue dopo Savona: la proposta del vicepremier Salvini attende l’ok di Conte ma pare che non dovrebbero esserci ostacoli alla nomina che potrebbe arrivare già nel consiglio dei ministri di giovedì. Un Ministro che nei scorsi mesi è stato al centro delle polemiche per alcune affermazioni sul tema delle famiglie e della famiglia tradizionale.

Insomma pare che in area Lega sia sempre più prossima l’idea di un rimpasto di governo, alla luce anche degli ultimi risultati elettorali, che potrebbe veder allontanarsi l’idea di nuove elezioni a settembre. In questo mese di luglio saranno molte le pedine che Salvini potrà spostare, prima fra tutti quella della nomina del commissario Ue alla Concorrenza, che spetta all’Italia. Per il prestigioso incarico si fa sempre più forte il nome, attutale sottosegretario alla Presidenza del Consiglio e fedelissimo di Salvini, Giancarlo Giorgetti.

Le grandi manovre di Salvini vorrebbero i Ministeri nevralgici e di importanza per i nodi del paese come quello di Danilo Toninelli, responsabile delle Infrastrutture e dei trasporti, Elisabetta Trenta (Difesa), Giulia Grillo titolare della Sanità e Sergio Costa, a cui è stato affidato il ministero dell’Ambiente. Nelle prossime settimane il Governo dovrà affrontare i rimpasto e il Movimento 5 Stelle rischia di cedere su tutta la linea ai desiderata della Lega. Il Movimento in cambio vorrebbe mettere un proprio rappresentante ai ministeri dell’Istruzione, del Turismo e degli Affari regionali.