Addio a Luciano De Crescenzo: lo scrittore, regista, attore e conduttore ci ha lasciato all’età di 90 anni quello che per tutti era l’ingegnere filosofo napoletano cresciuto nello stesso stabile dell’amico fraterno Carlo Pedersoli, sulle scene Bud Spencer. De Crescenzo è morto oggi pomeriggio, intorno alle 16, a Roma a seguito di una grave malattia come scrive il bollettino del Gemelli: “era ricoverato da circa due settimane presso l’UOC di Pneumologia del Gemelli, diretta dal professor Luca Richeldi. Accanto a lui i familiari e gli amici più cari che lo hanno accompagnato anche nell’ultima fase della sua malattia”.

Umanista e divulgatore di quella cultura classica che renderà popolare proprio come il suo personaggio più famose, il professor Bellavista, vice portinaio, che impartisce lezioni di vita all’ingegner De Crescenzo. Dopo il suo bestseller “Così parlò Bellavista” furono tanti i titoli che lo scrittore divulgatore ha prodotto con oltre 50 libri e 18 milioni di copie vendute solo in Italia. Il suo “Storia della Filosofia” è diventato un libro cult degli anni ’80. Oltre ai libri anche la sua partecipazione in film e commedie come attore diretto da Arbore dove recitò con Benigni e dalla Wertmuller.

Un napoletano doc è la sintesi del messaggio di cordoglio di Renzo Arbore: ”Con la scomparsa di Luciano De Crescenzo perdiamo tutti un grande amico. Era un maestro per tutte le cose belle che c’ha fatto conoscere. È una gravissima perdita per la cultura italiana e per la città di Napoli di cui era un esponente fiero ed orgoglioso”.

Il sindaco di Napoli Luigi De Magistris in una nota scrive: “Esprimo il cordoglio profondo mio personale e della città di Napoli per la fine terrena del grande Luciano De Crescenzo, uomo di immensa cultura che ha saputo interpretare al meglio l’anima del popolo napoletano. Persona di estrema intelligenza, enorme cultura e di una naturale simpatia tutta partenopea. Luciano mancherà molto a Napoli e alla sua gente, lo ricorderemo tutti con immenso affetto e gratitudine”

Il suo uno stile unico, ha trattato argomenti ostici con leggerezza e humor rendendo lieve la vita di chi lo ha seguito. Luciano De Crescenzo ci ha insegnato che “Tutti possiamo reinventarci. Se ci accorgiamo di non esser felici, diamoci una seconda possibilità”.