Dal 16 al 18 ottobre Roma ospiterà la terza edizione del Maker Faire, la fiera europea dell’innovazione che è stata promossa dalla Camera di Commercio della Capitale. Un’occasione unica in cui esporre il futuro della tecnologia dato che gli inventori avranno a disposizione uno spazio di ben ottantamila metri quadrati.

La scelta di far svolgere a Roma il Maker Faire sembra piuttosto logica, almeno stando a quanto dichiara il sindaco di Roma, Ignazio Marino, che nel corso della presentazione stampa dell’evento afferma: “Siamo la città più importante d’Europa per il settore dei maker“. E come se non bastasse, Riccardo Luna, curatore della manifestazione annuncia che il Maker Faire di Roma potrebbe avere anche un grande velodromo per i droni.

Maker Faire Roma: le selezioni

La selezione delle invenzioni che potranno essere presentate al Maker Faire di Roma avverranno dal 15 aprile al 31 maggio. Sono chiamati a partecipare i makers di tutto il mondo (l’anno scorso sono stati rappresentati sessantacinque Paesi). E’ invece già partita la selezione dei trenta progetti innovativi proveniente da studenti delle scuole superiori, promossa grazie alla partecipazione del Miur e dell’assessorato alla Scuola. Contrariamente a quanto accaduto nella scorsa edizione, le selezioni per i progetti proveniente dalle scuole superiori saranno aperte a qualsiasi tipo di istituto (l’anno scorso erano consentite solo agli istituti tecnici).

Maker Faire Roma: uno sguardo ad Expo

Il Maker Faire 2015 non potrà ovviamente ignorare il fatto che quest’anno a Milano si svolge anche l’Expo, la grande esposizione universale dedicata all’alimentazione. Proprio a tal proposito, all’interno della manifestazione sarà presente anche un’area food, in cui saranno vi saranno espositori e prodotti da degustare (tutte eccellenze gastronomiche italiane) e che potranno essere un’ottima vetrina sia per i connazionali che per gli stranieri.