Il paradiso esiste, questa è la testimonianza che ci rivela Tina Hines dopo un’esperienza al limite del trascendente. La giovane donna e mamma infatti ha vissuto la morte cerebrale per 27 minuti a seguito di un arresto cardiaco, tornata miracolosamente in vita ha deciso di raccontare i suoi ricordi dell’Aldilà.

Tina è una mamma di 4 bambini che vince in Arizona e lo scorso 2 dicembre 2018 quando, durante un’escursione a Phoenix con suo marito, Brian, ha avuto un malore sfociato in dramma: Tina è morta. Almeno secondo i sanitari intervenuti sul suo caso, e prima dello straordinario epilogo della vicenda. Dopo 27 minuti dalla dichiarazione dei medici, è tornata in vita e la prima cosa che ha voluto fare è quella di scrivere un messaggio.

Il marito ha così preso un’agenda e una penna e la donna ha annotato: “It’s real” (“È reale“). Il marito e i parenti intorno a lei hanno chiesto cosa significasse e lei con lo sguardo in alto ha indicato il cielo. Ora dopo un percorso riabilitativo ha deciso di raccontare la sua storia in un’intervista tv  dove racconta che l’Aldilà esiste e afferma di aver visto Gesù, davanti a un cancello nero con uno sfondo di luce intensa. Colori vividi e brillanti da essere, per lei, tutt’altro che un sogno: è questa la testimonianza della donna, diventata un vero e proprio caso internazionale.

La nipote della donna, Madie Johnson, ha deciso di tatuarsi quel messaggio e su instagram scrive:

La sua storia è troppo reale per non condividerla e mi ha dato una maggiore fiducia in una fede che spesso non si vede. Mi ha dato una tangibilità per una speranza eterna che non è troppo lontana

View this post on Instagram

(sharing because this story is too cool not to share) A little over a year ago my Aunt Tina, one of the most amazing, discerning, and healthy people I know had an unexpected cardiac arrest and according to doctors had died and was brought back to life four times by my Uncle Brian and first responders before arriving to the hospital. She was put on a defibrillator and after miraculously waking up the first thing she did, unable to speak because she was intubated, was ask for a pen and in my cousins journal wrote “it’s real”. The people in the room asked “what’s real?” and she responded by pointing up to heaven with tears in her eyes. Her story is too real not to share and has given me a stronger confidence in a faith that so often goes unseen. It has given me a tangibleness to an eternal hope that is not too far away. I love you @_tinahines! The way you boldly love Jesus and others has changed the way I hope to live and love❤️

A post shared by Madie Johnson (@madiejohnson) on