Le reazioni alla notizia della morte di Margaret Thatcher stanno invadendo i media mondiali. Non fanno eccezione i social network. Al di là del messaggio ufficiale su Twitter dell’attuale premier britannico, David Cameron: “Non ha solo guidato la nostra nazione, l’ha salvata“, l’umore dei tweet con hashtag #thatcher e anche dei messaggi pubblici su Facebook è invece di generale soddisfazione per la morte di un’odiatissima avversaria politica. Quelli che la odiano scrivono molto di più di coloro che hanno apprezzato la sua azione politica.

Per quanto riguarda invece i commenti diffusi dai media tradizionali, il presidente degli Usa, Barack Obama, tramite una nota diffusa dalla Casa Bianca, ha dichiarato: “Il mondo ha perso uno dei grandi campioni della libertà e l’America ha perso una vera amica”. L’ex leader sovietico Mikhail Gorbaciov ha dichiarato che la Thatcher (foto by InfoPhoto) “Era un grande personaggio politico che resterà nella storia”. La regina Elisabetta, tramite un portavoce, ha fatto sapere di avere appreso con tristezza la notizia della morte. L’ex presidente americano George W. Bush: “Un grande alleato che ha rafforzato la speciale reazione tra Regno Unito e Stati Uniti”. Henry Kissinger, segretario di Stato Usa col presidente Richard Nixon: “Era un leader dalle forti convinzioni e dalla straordinaria personalità”. Tony Blair, ex primo ministro britannico del Partito laburista, quindi dalla parte avversaria: “Pochissimi leaders riescono a cambiare non solo il panorama politico nazionale, ma anche mondiale. Il suo impatto globale è stato vasto”. Di tutt’altro tono Gerry Adams, leader del Sinn Fein, braccio legale dell’Ira, quindi suo acerrimo nemico: “Margaret Thatcher ha fatto profondamente male al popolo irlandese e britannico. Le classi lavoratrici sono state devastate dalle sue politiche”.

Non è tenero nemmeno Romano Prodi, al quotidiano La Repubblica: “La Thatcher ha fatto da maestra a Reagan. Questo mondo affidato al mercato al 100% ha portato agli squilibri che oggi vediamo”.