Una esplosione all’interno di una fabbrica di fuochi d’artificio a Messina provoca la morte, secondo quanto riportano i media locali, di 5 operai: la deflagrazione è stata avvertita in molti comuni. L’esplosione è avvenuta all’interno di un deposito di fuochi d’artificio e polveri piriche nel comune di Barcellona Pozzo di Gotto, nel Messinese, dell’azienda Costa.

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco che stanno domando le fiamme che hanno avvolto il fabbricato in aperta campagna. Secondo quanto si apprende dalle prime informazioni pare che la deflagrazione sia avvenuta nel deposito delle polveri da sparo e l’onda d’urto abbia investito l’area occupata dal laboratorio in cui vengono prodotti i fuochi pirotecnici. L’esplosione sarebbe avvenuta intorno alle 17 e l’allarme è scattato immediatamente con l’arrivo di alcune squadre di soccorritori: molte le chiamate di cittadini allarmati per quel tuono che ha sconvolto un tranquillo pomeriggio di metà novembre.

Dalle prime informazioni dei vigili del fuoco l’incidente è avvenuto in località Femmina Morta e ci sono già cinque morti: quattro uomini di una ditta esterna e una donna, la moglie del proprietario. L’incidente avrebbe provocato anche il ferimento di altri due operai che sarebbero stati trasferiti nei centri grandi ustionati di Catania e Palermo.

Nella stessa fabbrica, della provincia di Messina, persero la vita altre tre persone in un incidente simile avvenuto 18 anni fa.