Nuovo scontro tra il ministro Salvini e l’ONG Tedesca Sea Eye: il Ministro chiude i porti alla nave Alan Kurdi con a bordo 40 migranti. L’ong Sea Eye infatti ha salvato 40 persone e ha chiesto alle autorità competenti l’assegnazione di un porto sicuro, per l’organizzazione questo sarebbe Lampedusa ma da Viminale e Guardia Costiera Libica assegnano lo sbarco alla Tunisia.

Il Ministro dell’interno Salvini, in serata, scrive:

“La nave #AlanKurdi, attualmente a 30 miglia dalle coste della Libia, ha RIFIUTATO il porto di Tripoli assegnatole dalla Guardia costiera libica… Ci risiamo, ONG tedesca se ne frega delle autorità internazionali. Io non mollo!”

Attualmente, dicono dal Viminale, la Alan Kurdi è a 30 miglia dalla Libia, 60 dalla Tunisia, 171 da Malta e 127 da Lampedusa.

Sul tema dei Migranti, Salvini è stato criticato anche dal suo omologo tedesco Horst Seehofer che aveva chiesto che le navi con i migranti non passino giorni in mare prima di attraccare visto che poi – la storia di questi mesi lo insegna – molte sono attraccate in Italia. Salvini ha risposto dicendo: “No amico mio, non apriamo niente, i porti restano chiusi. Non siamo il campo profughi d’Europa”.

Gorden Isler, portavoce dell’ong tedesca Sea Eye, racconta che a bordo ci sarebbero anche due donne, di cui una incinta, un neonato e bue bambini. Secondo Sea-Eye i migranti provengono da Nigeria, Costa d’Avorio, Ghana, Mali, Congo e Camerun.