Momenti di terrore per una ragazza di 25 anni che, nella stazione di Milano Porta Garibaldi, ha rischiato di essere violentata da un uomo di 31 anni, nigeriano, adesso accusato di violenza sessuale. L’episodio si è verificato nella notte del 20 luglio e, grazie alle telecamere di videosorveglianza, carabinieri e polizia sono riusciti a fermare l’aggressore, già noto alle forze dell’ordine.

Un doppio tentativo di molestie sessuali ai danni di una 25enne che è stato sventato sia grazie alla presenza dei passanti che all’uso da parte della giovane di uno spray urticante che ha costretto l’uomo ad allontanarsi desistendo dalle sue cattive intenzioni.

Stando ad una prima ricostruzione, la giovane stava tornando a casa dal lavoro quando in stazione è stata prima avvicinata, poi bloccata e palpeggiata dall’aggressore. In questo primo caso grazie al transito di alcuni passanti, l’uomo non è riuscito ad aggredirla; nel secondo caso, invece, avrebbe tentato di molestarla ma sarebbe stato costretto a fuggire dopo che la giovane ha utilizzato uno spray urticante.

Non è la prima volta per l’aggressore: è già stato denunciato per violenza sessuale nel novembre 2017. L’accusa era quella di aver aggredito una donna su un treno della linea Milano-Lecco. Il 31enne ha anche precedenti per droga, reati contro il patrimonio e violenza sessuale: aveva chiesto un permesso di soggiorno per protezione internazionale.