Notte di paura nel Milanese dove si è abbattuta una violenta tromba d’aria nella zona di Pozzo d’Adda scoperchiando una palazzina e danneggiando i tetti di numerosi edifici. I vigili del fuoco sono intervenuti tempestivamente per rimuovere i rami d’albero che invadevano le carreggiate mentre in via Mazzini un tetto è stato scoperchiato e il solaio sprofondato negli appartamenti sottostanti. Due le persone che sono state soccorse e trasportate in ospedale: fortunatamente le loro condizioni di salute non destano particolare preoccupazione. Uno dei tetti scoperchiati in via della Repubblica ha colpito i cavi dell’alta tensione spezzandoli e facendoli cadere per terra.

Intorno alle 3 di notte è esondato, poi, il Seveso. A Cesano Maderno l’acqua è salita oltre i livelli di guardia destando molta preoccupazione nei residenti. Dalla mezzanotte è stato attivato il Centro operativo comunale, le squadre di Protezione Civile e la Polizia locale per far fronte a eventuali emergenze.

Intorno alle 7 è stato riaperto al traffico viale Sarca mentre risulta essere chiuso viale Fulvio Testi nelle due direzioni di marcia. L’allerta resta massima visto che sono previsti altri temporali nelle prossime ore.

Situazione diversa in Sicilia dove, ad esempio, a Catania nella giornata di oggi è prevista una forte ondata di calore.