La camera ardente di Enzo Jannacci al Teatro Dal Verme resterà aperta anche oggi, dopo la giornata di ieri, per permettere a tutti i milanesi che vorranno di continuare a salutarlo e ricordarlo. A Roma intanto aprirà quella di Franco Califano, in Campidoglio, morto appena 24 ore dopo l’illustre, e quasi, coetaneo collega. Ma anche chi non potrà rendere loro l’ultimo saluto piange i due grandi della musica che ci hanno lasciato. Tutta l’Italia intera in queste ore sta rendendo loro omaggio, e altrettanto fa il web.

Su Facebook e Twitter spopolano i saluti commossi e i link alle loro canzoni. Ognuno ha scelto quella che amava di più per ricordare il “dottore” e il Califfo. E sui post e i tweet della gente comune spiccano chiaramente quelli dei colleghi, cantanti e musicisti, e delle istituzioni.  “Scompaiono due artisti, bravi e diversi. Uno simpatico e caro amico, l’altro un ‘maestro” ha scritto Vasco Rossi su Facebook, dove invece Gianni Morandi si lascia andare a un “E’ una Pasqua triste per la musica”. Tantissimi i messaggi di cordoglio anche se quello che ha colpito di più è stato quello dei Negramaro, che hanno twittato l’ultimo sms ricevuto da Califano la notte prima di scomparire. “Che il Sig vi protegga nel vostro viaggio nella vita” aveva scritto al gruppo, che ricorda con nostalgia “i suoi notturni sempre carichi di entusiasmo e vita”.

Le camere ardenti resteranno aperte fino a stasera. Domani sono in programma i funerali di entrambi gli artisti. I milanesi saluteranno Jannacci alle 14.45 nella basilica di Sant’Ambrogio, mentre le esequie di Franco Califano sono in programma nella Chiesa degli artisti di Piazza del Popolo, nella Capitale.