Pugno duro del Ministro dell’Interno Matteo Salvini che annuncia una nuova direttiva, denominata “Spiagge sicure”, che mira a colpire gli ambulanti. “Al centro del progetto c’è il rafforzamento della collaborazione tra le forze dell’ordine e la polizia municipale delle zone balneari” ha spiegato il leader della Lega che, dunque, annuncia multe in arrivo per coloro che acquistano in spiaggia capi contraffatti dai venditori ambulanti.

L’obiettivo, dunque, è quello di difendere le nostre spiagge dall’assalto dei venditori ambulanti. Ma c’è di più: il Ministro dell’Interno Matteo Salvini vuole monitorare chi affitta loro alloggi e magazzini per la merce che poi viene venduta ai bagnanti. Vuole vederci chiaro. Il compito di vigilare e sanzionare potrebbe essere affidato a polizia, carabinieri e guardia di finanza anche se si pone il problema della copertura finanziaria. I sindaci dei comuni italiani, non avendo disponibilità economiche in cassa, difficilmente potranno potenziare l’organico dei vigili urbani (dunque la direttiva di Salvini rischierebbe di rimanere soltanto sulla carta e non si potrebbe passare dalle parole ai fatti): per questo motivo il Ministro dell’Interno starebbe pensando di ricorrere il prima possibile ai fondi europei della legalità, così come annunciato dal quotidiano “La Stampa”.

Ma l’estate è già cominciata…