Non ce l’ha fatta ed è morta Mila, la pallavolista di 13 anni che da un anno lottava contro un tumore. A dare la notizia è la Viserba, la squadra di volley in cui Mila militava fin da quando era piccola. Un sogno che è stato spezzato da un brutto male, un mostro che si è impossessato del suo corpo e che, nonostante la sua determinazione e la sua forza, Mila non è riuscita a sconfiggere. Queste le parole della società su Facebook:

Oggi la nostra attenzione non è rivolta alle partite della settimana ma a una ragazza speciale, una giovanissima atleta che l’anno scorso, a fine allenamento, tornando a casa un po’ dolorante, ha scoperto invece di avere un male incurabile che oggi l’ha portata tra gli angeli.

Sembrava un banale gonfiore al polpaccio e, invece, non era altro che un tumore. Così la descrivono dalla Viserba:

Una ragazza piena di vita, con una grande passione, la pallavolo. Ogni parola suona superflua, nessuna parola può colmare il vuoto della sua assenza. Invitiamo quindi tutti , dirigenti, allenatori , atleti a dedicarle un sorriso, una preghiera o una “schiacciata”. Ciao Mila.

A parlare, infine, come riporta il Corriere Romagna, è la sua famiglia:

Ci hai riempito la vita di gioia, ci hai insegnato e supportato nei momenti più dolorosi. Tra i tuoi piccoli e costanti miracoli mostraci la strada per tornare a vivere.