Vestiti come Carabinieri ma in realtà rapinatori: questo lo stratagemma utilizzato da alcuni banditi per portare a segno i colpi in case e negozi di Napoli. Il gruppo formato da circa 10 persone è stato individuato ed arrestato dai militari della stazione di Napoli Marianella, a conclusione di una attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica. Pare che in alcuni dei furti, i malviventi si siano finti degli uomini dell’Arma, indossando divise dei Carabinieri, e fingendo di dover procedere con delle perquisizioni.

La tecnica dei finti Carabinieri era utilizzata per poter entrare in esercizi commerciali e poi rivelarsi volgari criminali e rapinatori. Sono una decina i furti compiuti dalla banda che in alcune occasione aveva tentato anche il sequestro di persona.

Da quanto trapela dalle indagini, le rapine e i furti in abitazione sono stati fatti tra settembre e dicembre 2018 in diversi quartieri di Napoli e nelle città di Afragola e Marcianise, in provincia di Caserta. Le 10 persone sono state arrestate per rapina, detenzione e porto abusivo d’arma da fuoco, sequestro di persona e furto in abitazione. Quattro di loro erano già finiti nel mirino dei Carabinieri perché ritenuti gli autori di tre rapine a mano armata, due in abitazione e una ai danni di una sala scommesse.