Ha dell’incredibile quanto accaduto a Reggio Emilia dove i Carabinieri hanno scoperto che un uomo avrebbe nascosto il corpo della madre defunta per mesi al fine di percepire la sua pensione. Avrebbe nascosto il decesso della donna ad amici e parenti; nessuno sapeva che fine avesse fatto l’anziana madre di 81 anni. A insospettirsi prima di tutto erano stati i vicini di casa che avevano tentato di indagare, di capire qualcosa in più, di fare domande al figlio, insospettiti dal fatto che la pensionata fosse letteralmente sparita nel nulla, nonostante le sue difficili condizioni di salute.

E, invece, i Carabinieri – entrando in quella casa a Cadelbosco Sopra, a Reggio Emilia – hanno fatto un’amara scoperta: l’81enne era morta da mesi e accanto a lui c’era anche il cadavere del figlio, 59enne, disoccupato. Stando ad una prima ricostruzione, l’uomo si sarebbe ucciso con un colpo di pistola – arma regolarmente detenuta – da alcuni giorni; la donna, invece, era a letto già in stato di mummificazione (deceduta probabilmente per cause naturali alcuni mesi fa). Accanto ai due corpi è stata trovata persino la carcassa del loro cane, ucciso nello stesso modo.

A chi chiedeva che fine avesse fatto la madre, il figlio rispondeva che era ospite di un’amica, nel Modenese. Ma nessuno gli aveva mai creduto.