E’ appena giunta notizia di un aggravamento delle condizioni di Nelson Mandela. L’ex presidente del Sudafrica, ricoverato da quasi un mese a Pretoria, è in “stato vegetativo permanente“. La notizia è stata diffusa dall’agenzia France Presse, che cita un documento giudiziario. Secondo l’agenzia giornalistica francese la famiglia di Mandela starebbe valutando l’ipotesi di staccare la macchina che lo tiene in vita. Nel documento giudiziario, che risale al 26 giugno ed è stato portato ora all’attenzione pubblica, dopo la disputa familiare su chi dovesse custodire i resti del vecchio leader, sono i medici stessi a consigliare la famiglia di porre fine all’agonia del loro congiunto.

Entrato in ospedale il 9 giugno per un’infezione polmonare, Mandela, che ha 94 anni, è andato progressivamente peggiorando. Nelle ultime settimane è stata una processione continua al suo capezzale. Ogni giorno tanti cittadini (foto by InfoPhoto) si affollano davanti alla clinica per rendere omaggio all’uomo che ha messo fine all’Apartheid.

L’AGONIA DI UN GRANDE LEADER

Nelson Mandela morto: l’annuncio rimbalza sui social, ma è solo una bufala

Nelson Mandela in fin di vita: la famiglia litiga per le sue spoglie

Nelson Mandela malato: ricoverato in condizioni critiche

Nelson Mandela ricoverato: L’ex presidente sudafricano in ospedale per un’infezione