Un morto e almeno 10 feriti a causa di una sparatoria avvenuta a New York in un parco di Brooklyn: il sindaco annuncia lo stop alle armi per strada e un nuovo regolamento per limitare sempre di più l’acquisto di armi da fuoco.

Un uomo di 38 anni è morto e almeno altre 11 persone sono rimaste ferite durante una sparatoria avvenuta a un evento pubblico in un parco di Brooklyn a New York. Secondo quanto si apprende dai media americani, che riferiscono i primi dettagli della Polizia, il giovane di 38 anni è morto dopo essere stato colpito alla testa da un proiettile mentre si trovava nel parco a est di Brooklyn, nel quartiere di Brownsville.

Secondo quanto si può ipotizzare, la sparatoria è arrivata sul finire di una festa durata due giorni nel parco della città americana: la sparatoria è avvenuta alle 23 ora locale sul finire della festa annuale dell’Old Timers Day che richiama tantissimi americani da tutto il Paese. I media raccontano che le persone stavano abbandonando il parco quando è scoppiata la sparatoria, i due aggressori sono al momento ricercati da più di 100 poliziotti.

Il sindaco di New York, Bill de Blasio, ha dichiarato che ancora non è chiara la dinamica dei fatti ma che è volontà della sua amministrazione togliere le armi dalle strade di New York.