Capita che, a New York, in metropolitana, tu possa incontrare anche un miliardario. Capita che, questo Paperone, sia Sergey Brin il co-fondatore di Big G; sì, di Google, proprio lui, il più importante motore di ricerca al mondo e una delle aziende top di tutto il pianeta. E le foto lo immortalano seduto comodamente sul treno con indosso gli occhiali di Project Glass. Big G nella Big Apple: capita anche questo.

Noah Zerkin è il passeggero che ha scattato la fotografia che, in poco tempo, ha fatto il giro del mondo: “Ho appena avuto una conversazione con l’uomo più potente del mondo” ha postato su Twitter, condividendo ovviamente la fotografia. Ad essere stato immortalato è Sergey Brin, co-fondatore di Google che indossava il prototipo del dispositivo a cui sta lavorando in gran segreto: e gli occhiali per la realtà aumentata di BigG sono lì, appoggiati sul suo naso.

Brin è lì, quasi compiaciuto della foto. Ancora non si sa quando gli occhiali saranno in vendita, ma sicuramente fa effetto vederlo in metropolitana come una persona normale: avete mai pensato ad incontrare Bill Gates sull’autobus mentre va alla sede Microsoft? No, difficile. E il compianto Steve Jobs, magari sul tram? No, preistoria.

Oggi, invece, tutto appare possibile. Non resta che aspettare la vendita dei Project Glass, questo il nome provvisorio delle lenti che saranno in grado di mandare e leggere messaggi e di fornirci informazioni su ciò che ci circonda. E poi andremo anche noi in metropolitana come Noah Zerkin: anche se forse nessuno ci fotograferà.