Per la prima volta due donne saranno a capo della Commissione Europea e della Banca Centrale Europea: fumata bianca per le nomine Ue che porteranno l’ex ministro della difesa tedesca Ursula Von der Leyen alla presidenza della Commissione e la francese Christine Lagarde va alla presidenza delle Bce. Il primo ministro belga Charles Michel diventa invece il nuovo presidente del consiglio europeo.

Angela Merkel, che ora ha una sua fedelissima nel posto chiave dell’Europa, commenta: “Al di là di ogni considerazione politica è un buon segno che per la prima volta sia una donna a ricoprire questo incarico. Sono felice”.

La direttrice del Fondo Monetario Internazionale Christine Lagarde commenta la sua nomina dicendo: “Sono onorata di essere stata scelta per la presidenza della Bce. Alla luce di ciò, dopo essermi consultata con il Comitato etico del board dell’Fmi, ho deciso di abbandonare temporaneamente le mie responsabilità di direttore generale dell’Fmi durante il periodo di convalida della nomina”.

Il premier Giuseppe Conte inoltre fa sapere che l’Italia avrà un ruolo centrale nella nuova Europa con un Alto Commissario di alto rilievo economico, da individuare in quota Lega, e una vicepresidenza e dice: “avremo il portafoglio più strategico nell’interesse dei cittadini italiani: la concorrenza”

Oggi invece l’elezione del presidente del Parlamento Europeo, tra i favoriti per sostituire Antonio Tajani anche l’Italiano David Sassoli: oggi eletto tra le fila del Partito Democratico e volto del giornalismo televisivo italiano.